Volontariato e cooperazione: insieme si costruisce

Giovedì 23 settembre la Bussola ha ospitato una serata a tema volontariato e cooperazione sociale che ha visto gli interventi di Mario Baldo, cooperatore sociale e parte della direzione del Consorzio ccs e consigliere di Federsolidairetà, e di due volontarie appartenenti a realtà che hanno cooperato con il Centro Diurno: Giusy, che fa parte di Arte Migrante Padova, e Vittoria di Libera contro le mafie. La serata era aperta a tutti i volontari di Gruppo R e delle due realtà che vi hanno partecipato. Abbiamo chiesto a Giusy e Vittoria di darci il loro contributo.

Arte Migrante Padova

Perchè la cooperazione è importante per l’associazionismo?

“Alla Bussola ci si sente sempre a casa e non è un caso. Anche venerdì sera, come tutte le volte in cui siamo stati accolti come Arte Migrante in questo spazio caldo e armonico, ci siamo sentiti a casa. Abbiamo accolto il dono dell’incontro con altre realtà come Libera, del riflettere insieme su quanto sia importante la cooperazione. Abbiamo aperto un interrogativo: “perché la cooperazione è importante per l’associazionismo?”, non con l’intenzione di chiuderlo per trovare risposte giuste, ma per lasciarlo lì, sempre aperto anche alle prossime riflessioni. Sì, le prossime, perché da questa serata insieme è nata la voglia di cooperare, di incontrarci ancora e di fare insieme, di costruire ed essere comunità. Dai momenti di ascolto partecipato, di interventi, di riflessioni, ci portiamo a casa, e soprattutto portiamo dentro il nostro cerchio, la convinzione che con le realtà incontrate in questa occasione e con quelle che incontreremo, sarà bello generare per costruire, costruire per mantenere e coltivare. Durante il nostro intervento, parlando della cooperazione con la Bussola, ci è piaciuto ricordare che per noi cooperazione vuole dire condivisione, dialogo, fiducia, relazione. È il potenziale dello stare insieme che è generativo proprio perché parte da obiettivi condivisi. La collaborazione con la Bussola nasce proprio da questi presupposti nel 2019, dal cooperare per generare, dall’accoglienza partecipata, dal fare non per dare o ricevere, ma per costruire insieme a chi passa e chi resta. Ci auguriamo di continuare a percorrere insieme strade comuni e di scoprirne di nuove, sempre spinti dalla bellezza della diversità nell’incontro con l’altro.”
Giusy, Arte Migrante Padova

Libera Padova

Cooperare è sempre qualcosa di più della somma dei volontari

“Giovedì sera con Libera abbiamo portato il nostro racconto dei campi di E!state Liberi!, i campi estivi di formazione e impegno, che tradizionalmente si svolgono nei beni confiscati, ma che nel caso di Padova fanno tappa in alcuni spazi di mobilitazione e mutualismo della nostra città. Come La Bussola, appunto. Abbiamo scelto insieme agli operatori della Cooperativa di collaborare durante l’estate, e far conoscere ai partecipanti dei campi come funziona il centro diurno, quanto sia casa per gli altri. Ci ha colpito in particolare una frase di D., 15 anni, che ci ha detto: “Mi piace di più la mia città, ora che so che c’è La Bussola”. La serata di giovedì ci ha permesso di raccontare, ma soprattutto di ascoltare gli interventi di Mario Baldo e di Giusy, che ci ha sollecitati a riflettere su come le nostre due associazioni possano cooperare. Guardandoci intorno, ci rendevamo conto che siamo sempre qualcosa di più della somma dei volontari che animano la nostra città. Del resto, come ha detto Giusy, se ci siamo trovati nello stesso luogo significa che c’è un punto di contatto, un sentire comune: partecipiamo alla vita della cooperativa Gruppo-R perché vogliamo costruire insieme a loro.”
Vittoria, Libera contro le mafie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.