Nuove sfide per il lavoro sociale: leggere i contesti, connettere le comunità per generare inclusione sociale

Questo 2023 è stato un anno davvero ricco…un anno di cambiamenti, di saluti e nuovi arrivi, di sfide, di certezze e di incertezze, di entusiasmo e di preoccupazioni, di cooperazione e incontro. Tantissime persone hanno attraverso la nostra cooperativa, i nostri servizi, tantissime storie si sono incontrate, conosciute, scoperte.

E’ stato un anno dove abbiamo anche continuato un percorso iniziato nel 2022, accompagnati dalla società Indaco, che attraverso dei percorsi partecipativi ha dato vita a tre progettualità: Fondamenta, un progetto con uno sguardo alle risorse umane della nostra cooperativa; un focus sull’equipe Accoglienze e la costruzione di un manifesto sull’Inclusione Sociale, che ha coinvolto tutt3 3 collegh3 dell’Area Inclusione.

Inclusione sociale. Parte integrante del nostro lavoro quotidiano, obiettivo ma anche stile. Approccio che ci caratterizza dall’inizio della storia di Gruppo R. Ma cosa è cambiato nel tempo e soprattutto, come e dove vogliamo che Gruppo R si posizioni nel nostro territorio e nella nostra città su questo tema?

Continua a leggere Nuove sfide per il lavoro sociale: leggere i contesti, connettere le comunità per generare inclusione sociale

Ci siamo state, ci siamo e ci saremo

Novembre 2023

In questo momento come equipe dell’Area Contrasto alla Violenza di Genere abbiamo voglia di raccontarvi come abbiamo scelto di esserci in questo mese di Novembre 2023 che ogni anno ci offre la possibilità di rappresentare e dar voce ad un lavoro che la nostra Cooperativa svolge da più di 10 anni e che coinvolge le nostre professioniste e i nostri professionisti ogni giorno.

Continua a leggere Ci siamo state, ci siamo e ci saremo

Ma cosa sono questi PUC?

Alcunə di voi ne avranno sentito parlare, altrə non sapranno nemmeno esistano ma i Progetti Utili alla Collettività detti PUC da circa un anno sono uno dei tanti progetti che la nostra cooperativa sta seguendo e dove alcune colleghe lavorano quotidianamente per promuovere occasioni di inclusione rivolte a persone in situazione di disagio socio-economico e percettrici di sostegno al reddito.

Abbiamo chiesto così a Laura, Chiara e Fabiana di raccontarci di cosa si sono occupate e si stanno occupando in questi mesi e di farci conoscere melio questi progetti.

I PUC: Progetti Utili alla Collettività

Da ormai un anno (tutto prese avvio infatti in novembre del 2022) la nostra Cooperativa, in partenariato con altre due cooperative, Cosep e Il Sestante, è coinvolta nella realizzazione di un importante progetto che riguarda la “gestione dei progetti PUC” per conto del Comune di Padova.
Ma cosa sono i PUC? L’acronimo significa “Progetti Utili alla Collettività”, i cui destinatari sono i cittadini percettori del reddito di cittadinanza (RdC, che come noto è uno strumento recentemente “riformato”) che sono tenuti dalla normativa a svolgere “progetti utili alla collettività” attraverso la partecipazione ad attività volontari per un numero di ore comprese tra le 8 e le 16 settimanali presso realtà del Terzo Settore o Enti pubblici.

Un progetto di Ambito

Gruppo R ha pensato che fosse molto importante entrare in questa attività: i beneficiari, il territorio, i partner, il tema di cui si occupa il progetto sono infatti molto “caldi” e pertinenti rispetto ai servizi che gestiamo. Anche le prospettive del progetto sono interessanti, perché ci consentono di conoscere ancora meglio un territorio molto più ampio del Comune di Padova: il progetto è infatti collocato nell’area del nuovo “Ambito Territoriale Sociale” denominato “Ven16”.
Una zona corrispondente alla ex Ulss 16 nella quale Gruppo R opera intensamente.
Lavora a questo progetto un’equipe “interaziendale”, composta quindi da colleghe delle tre cooperative, e coordinata proprio da Gruppo R! Per noi sono coinvolte Laura Toffanin (coordinatrice dell’equipe interaziendale), Chiara Magagnini e Fabiana Esposito.
Gruppo R, in particolare, concentra il proprio lavoro nel territorio della Saccisica, che comprende ben 11 Comuni! …e con questo post vogliamo raccontarvi un po’ come abbiamo lavorato in questi mesi.

Costruire match tra beneficiari ed enti ospitanti

Come prima cosa abbiamo mappato il territorio per comprendere in modo diremo “capillare” quali potessero essere gli enti ospitanti. La fase successiva è stata il contatto “uno per uno”, per presentare il progetto e spiegare le possibili opportunità per gli enti ospitanti. Anche per gli enti infatti questa iniziativa rappresenta un’occasione: di collaborazione, di scoperta di nuove risorse, di valorizzazione delle relazioni con le persone e con gli enti.
Più volte è capitato che grazie a queste esperienze PUC l’attività di volontariato si sia trasformata poi in una proposta di attività lavorativa!
Il ruolo fondamentale delle operatrici è proprio questo: individuare attitudini, competenze e risorse degli utenti, accogliere i loro bisogni, conciliare i loro impegni famigliari con le attività previste per creare un buon match tra ente e persona.
E per la stessa persona l’esperienza è utile per sperimentarsi in un luogo in cui riconoscere il proprio valore, socializzare, uscire dalla routine e dal rischio di vivere in un contesto di solitudine essendo spesso persone disoccupate da lungo periodo ed isolate.
Abbiamo pensato di raccontarvi ance una “storia di successo”, pensando che questa possa essere un buon esempio di quanto di buono il progetto è in grado di svolgere.

Una storia di successo: la storia di ELLE

La signora ELLE ha svolto il suo PUC con un ente del territorio di residenza per un
periodo complessivo di poco più di 3 mesi. Fin dal colloquio di conoscenza, la signora è stata disponibile, proattiva e collaborativa.
Non conosceva, prima del PUC, l’ente in cui avrebbe poi svolto l’attività ma si è fin da subito aperta. È stata coinvolta tre giorni alla settimana nell’attività di supporto ai compiti con il doposcuola e affiancamento nell’attività di bar. In entrambe le mansioni, la signora ha dimostrato una particolare propensione alla relazione con l’altro: bambini, ragazzi e adulti. Sono stati sempre presenti in lei entusiasmo e gentilezza. ELLE racconta di essersi integrata molto bene nell’ambiente sociale con gli altri operatori e volontari. È stata molto contenta di aver svolto l’attività perché ha conosciuto persone nuove, sia all’interno dell’ente che della comunità del paese.
Svolgere l’attività di gestione del bar in alcuni pomeriggi, in affiancamento ad altri volontari, le ha permesso di acquisire nuove competenze, utili nella sua ricerca lavoro futura.
Il PUC, nel suo complesso, è stato vissuto come una grande opportunità, riuscendo a cogliere le opportunità del progetto. Grazie anche alla scheda di verifica finale, ha condiviso come il PUC sia stato considerato per lei una forma di restituzione del beneficio ricevuto. Il responsabile dell’ente ci ha comunicato che la collaborazione con ELLE sta continuando, anche a PUC concluso, con l’attività volontaria di supporto al doposcuola, un pomeriggio alla settimana.

Che dire anche per noi una bella soddisfazione!!!

#La povertà non è mai una colpa

Il 17 ottobre è la giornata internazionale per l’eradicazione della povertà, durante questo mese si sente spesso parlare di povertà, di contrasto alla grave marginalità, si organizzano eventi e si partecipa ad iniziative legate al tema. Ma cos’è la povertà? E come, nel nostro lavoro, contrastiamo questo fenomeno? Lo abbiamo chiesto ad Andrea, coordinatore dell’Area Inclusione della nostra Cooperativa.

Continua a leggere #La povertà non è mai una colpa

Tirocinio: scoperte, fragilità, crescita personale e…una partita a carte!

All’interno del corso di laurea in Servizio Sociale, le studentesse e gli studenti hanno la possibilità (e l’obbligo) di svolgere delle esperienze di tirocinio, in due moduli da 250 ore, affiancati da un professionista.

La nostra cooperativa accoglie queste esperienze da diverso tempo e apre le porte a “professionst* in erba”. Da Marzo sono state con noi Veronica, nell’area contrasto alla violenza di genere con un impegno nelle Case Rifugio, e Chiara, in area inclusione sociale nei CD La Bussola e Il Salotto.

A luglio hanno concluso la loro esperienza e ci hanno lasciato qualche riga che ci ricorda l’importanza di accompagnare i giovani e le giovani nel mercato del lavoro, con esperienze di valore, di relazione e, perchè no, di stile….cooperativo!

Continua a leggere Tirocinio: scoperte, fragilità, crescita personale e…una partita a carte!

Educazione alle differenze di genere nelle scuole (#2): educare al rispetto attraverso la pratica del rispetto

Da qualche anno tra le azioni di prevenzione e sensibilizzazione in tema di contrasto alla violenza di genere abbiamo messo un focus sugli interventi nelle scuole. Parlare ai giovani e alle giovani è obiettivo fondamentale per creare una cultura del rispetto e di contrasto alla violenza. La nostra equipe di contrasto alla violenza di genere negli scorsi mesi è stata impegnata con studenti e studentesse in alcune scuole medie e superiori del padovano e di Chioggia, territori in cui operiamo anche con i nostri servizi.

Continua a leggere Educazione alle differenze di genere nelle scuole (#2): educare al rispetto attraverso la pratica del rispetto

Educazione alle differenze di genere nelle scuole (#1): adolescenti, scintille di Vita

Da qualche anno tra le azioni di prevenzione e sensibilizzazione in tema di contrasto alla violenza di genere abbiamo messo un focus sugli interventi nelle scuole. Parlare ai giovani e alle giovani è obiettivo fondamentale per creare una cultura del rispetto e di contrasto alla violenza. La nostra equipe di contrasto alla violenza di genere negli scorsi mesi è stata impegnata con studenti e studentesse in alcune scuole medie e superiori del padovano e di Chioggia, territori in cui operiamo anche con i nostri servizi.

Abbiamo chiesto a Dario, operatore del Servizio Uomini Maltrattanti di raccontarci la sua esperienza e il significato che questa attività ha per lui.

Continua a leggere Educazione alle differenze di genere nelle scuole (#1): adolescenti, scintille di Vita

Portierato Sociale…porte aperte al territorio e alla comunità!

“Da quando abbiamo inaugurato l’apertura del Portierato Sociale del Centro Diurno La Bussola, nel Giugno del 2022, sentiamo che oggi cominciamo a muovere davvero i primi passi importanti.”

Sono queste le parole di Stefano, educatore del Centro Diurno “La Bussola” e referente per il progetto di Portierato Sociale. Abbiamo chiesto per questo proprio a lui di raccontarci questi mesi di avvio del progetto per entrare nel vivo delle tante attività che hanno preso forma pian piano, ma che stanno portando novità e nuove opportunità al CD La Bussola.


Dal mese di Febbraio è attiva la nostra pagina Instagram che ad oggi ha raggiunto un buon numero di visitatori (più di 200!!). Una nuova vetrina social che permette di raggiungere più facilmente chiunque abbia il piacere o la curiosità di affrontare i temi che più ci stanno a cuore, come l’inclusione e la cittadinanza attiva, e di partecipare alle nostre tante iniziative, laboratori, serate e “aperitivi culturali”.

Continua a leggere Portierato Sociale…porte aperte al territorio e alla comunità!

Progetti nati dal percorso Indaco, a che punto siamo?

Per il mese di marzo abbiamo pensato di chiedere ad Alice, Referente Risorse Umane di Gruppo R, di raccontarci del percorso Indaco, percorso iniziato un po’ di tempo fa che coinvolge vari colleghe e colleghi della cooperativa in un’ottica di riorganizzazione e innovazione.

Abbiamo iniziato a lavorarci più di un anno fa, sono passate mezze giornate fatte di pensieri, cartelloni, post-it, confronti, programmazioni e proposte …? Ne abbiamo parlato già a due incontri lavoratori… È già comparso un post nella nostra app lo scorso settembre sull’argomento….Ma di cosa stiamo parlando? E chi è stato coinvolto?

Continua a leggere Progetti nati dal percorso Indaco, a che punto siamo?

Che tipo di volontariato vogliamo in GP?

Eccoci qui, anno nuovo…ruolo nuovo! Per cominciare al meglio abbiamo infatti chiesto a Mariasole di raccontarci questa nuova avventura come Referente per il territorio e le comunità di Gruppo R, con un affondo sul volontariato: aspetto integrante e importantissimo per la nostra cooperativa e che ci lega alla comunità.

Continua a leggere Che tipo di volontariato vogliamo in GP?